Immagine
png titolo

Operiamo in tutta Italia

Associazione senza scopo di lucro

DANNEGGIAMENTO, SMARRIMENTO, TARDIVA CONSEGNA DEI BAGAGLI

All’arrivo a destinazione, in caso smarrimento o danneggiamento del bagaglio, il passeggero, prima di lasciare l’area di riconsegna bagagli, deve compilare un Rapporto di smarrimento o danneggiamento bagaglio (denominato P.I.R. - Property Irregularity Report) presso l’apposito Ufficio Lost and Found, in relazione al quale, a seconda del tipo di problema, si segue una specifica procedura per l’avvio della pratica di risarcimento nei confronti della compagnia aerea.


− Smarrimento: se il bagaglio non viene ritrovato entro 21 giorni dall’apertura del P.I.R. si considera smarrito, ed è pertanto possibile chiedere il risarcimento.


− Tardiva consegna: se il bagaglio viene ritrovato, entro 21 giorni dalla effettiva avvenuta consegna è possibile comunque chiedere il rimborso delle eventuali spese sostenute per acquistare gli effetti personali necessari in mancanza del bagaglio (è importante a tal fine conservare la documentazione che attesta le spese: scontrini, ricevute, ecc.).


− Danneggiamento: entro 7 giorni dalla data di consegna del bagaglio è possibile chiedere il risarcimento dei danni verificatisi durante il trasporto aereo.


Diritti del passeggero


Nel caso di smarrimento, danneggiamento o ritardata consegna del bagaglio registrato, si verificano due eccezioni, ovvero che la compagnia aerea aderisca alla:

1.       Convenzione di Montreal ( compagnie aeree dell’Unione Europea ): il passeggero ha diritto ad un risarcimento fino a 1.000 DSP - Diritti Speciali di Prelievo (circa 1.164 euro)

2.      Convenzione di Varsavia ( tutte le altre compagnie con qualche eccezione): fino a 17 DSP (circa 19 euro) per kg di bagaglio,


salvo che il passeggero, al momento del check-in, abbia dichiarato un “interesse speciale  alla consegna” e pagato l’eventuale sovrapprezzo relativo ad una assicurazione integrativa sul bagaglio: in tal caso, la compagnia aerea è tenuta al risarcimento fino a concorrenza della somma dichiarata, a meno che non dimostri che la somma è superiore all’interesse reale del mittente alla consegna.


Una volta presentato il reclamo con le modalità e i termini previsti, il diritto al risarcimento si prescrive in 2 anni dalla data di arrivo a destinazione.

Create a website